Scacchi e bambini

Scacchi e bambini

Il gioco degli scacchi contribuisce a sviluppare nei bambini capacità logiche e mnemoniche, migliorando la concentrazione: ecco perché sono uno dei giochi più indicati durante l’età dello sviluppo e dell’apprendimento.

Il gioco

Gli scacchi sono un gioco di strategia che si svolge su una tavola quadrata detta scacchiera, formata da 64 caselle di due colori alternati (bianco e nero), sulla quale ogni giocatore dispone di 16 pezzi, ciascuno composto di sei tipi diversi di pezzi. Ogni casella può essere occupata da un solo pezzo, che può “mangiare” il pezzo avversario andando a occuparne la casella; obiettivo del gioco è dare scacco matto, ovvero confinare il re avversario in una casella da cui non possa più muoversi sottraendosi alla cattura, neanche con l’aiuto da parte di altri pezzi.

Nati in India intorno al VI secolo d.C., gli scacchi giunsero in Europa verso l’anno 1000, con ogni probabilità grazie alla mediazione degli Arabi.

I benefici degli scacchi per i bambini

Sono molti i benefici che posso trarre i bambini che giocano a scacchi:

  • Miglioramento delle capacità di calcolo e di pianificazione
  • Accettazione di regole condivise
  • Sviluppo di memoria, pazienza e capacità di autocontrollo
  • Elasticità mentale e sviluppo dell’autostima
  • Sviluppo della capacità di concentrazione
  • Stimolo della creatività
  • Sviluppo di capacità logiche

 

Le nostre proposte

Da molti anni ormai gli scacchi fanno parte delle attività proposte all’interno dei nostri centri estivi e tra i progetti invernali nelle scuole pubbliche e private a Firenze.

In particolare, il progetto di Psicomotricità Scacchistica, rivolto ai bambini dai 3 ai 5 anni, utilizza il gioco degli scacchi e l’insegnamento delle basi di tale gioco come percorso di crescita che stimoli le varie sfere, affettiva, cognitiva, relazionale e motoria. Mentre per i bambini di età 6-12 anni abbiamo previsto un progetto di Avviamento al Gioco degli Scacchi, proponendo un percorso ludico e creativo. La metodologia didattica impiegata si basa sul protocollo di insegnamento della ricerca SAM (Scacchi e Apprendimento della Matematica).

Il gioco degli scacchi, inoltre, sarà una delle attività proposte all’interno dei nostri centri di Natale a Firenze 2021, presso l’Istituto Scolastico Calasanziane e la piscina Tropos Club.

Cosa fare con i bambini a Natale?

Cosa fare con i bambini a Natale?

Cosa fare con i nostri bambini a Natale? Il periodo natalizio è un’occasione per passare più tempo in famiglia, ma non tuti i genitori possono restare a casa per tutto il periodo delle vacanze scolastiche. Come possiamo impiegare al meglio il tempo libero dei nostri bambini durante le vacanze di Natale?

Una vacanza sulla neve

Regalare ai bambini una vacanza in montagna, sulla neve, nel periodo di Natale è sicuramente un’esperienza unica, che renderà magiche le festività per tutta la famiglia. Se si è sciatori poi, unire i festeggiamenti natalizi con le discese sulle piste sarà ancora più bello. Le mete da raggiungere sono innumerevoli, dalle più famose su Alpi e Dolomiti, fino a quelle più sperdute all’estero; ogni famiglia potrà scegliere quella più adatta alle proprie esigenze, ma in ogni caso per i bambini sarà una gioia vivere una simile esperienza.

Le visite ai parenti lontani

Natale significa parenti, e proprio in questo periodo, le famiglie che vivono distanti, ne approfittano per riunirsi. Quale regalo migliore per un bambino, che non vede da tanto tempo i nonni, zii e cugini, se non poterli riabbracciare e passare del tempo con loro?

E per chi resta a casa in città?

Per le famiglie che non possono, per vari motivi, trascorrere le vacanze di Natale lontano da casa, nasce il pensiero di come impiegare il tempo dei propri figli. Spesso si sceglie di lasciarli a casa con parenti o babysitter, con l’idea che si riposino. Ma spesso questo riposo si traduce in giornate sedentarie, che vede spesso  bambini e ragazzi seduti davanti ad uno schermo, complici anche le condizioni atmosferiche invernali, che non favoriscono le attività all’aperto. Fortunatamente sempre più realtà organizzano e svolgono centri invernali, durante i quali i bambini possono passare del tempo insieme, in modo diverso rispetto a quando vanno a scuola, giocando, facendo sport e nuove esperienze. Inoltre questo è un servizio importantissimo per quelle famiglie che vedono entrambi i genitori lavorare in questo periodo, e che non hanno parenti o amici a cui affidare i propri figli per intere giornate.

Il Natale con Bimbi in Movimento

Nel periodo scolastico Bimbi in Movimento è presente in molte scuole con i suoi progetti sportivi, che entrano a far parte del POF o vengono proposti come attività che prolungano l’orario scolastico; e con l’arrivo delle vacanze natalizie non ha intenzione di fermarsi. Per questo anche per il 2021, tra le varie attività invernali, saranno attivi i Centri di Natale a Firenze presso l’Istituto Calasanziane e presso la struttura sportiva Tropos Club!

Le attività proposte ai bambini saranno veramente tante: nuoto, giochi sportivi come calcio e basket, pingpong, bicicletta, scacchi, e poi ancora laboratori artistici e manuali. Inoltre, per i bambini di 3-4-5 anni è previsto un programma speciale, adattato alle esigenze di questa delicata fascia d’età.

Bimbi in Movimento rimane vigile in merito all’emergenza Covid; per questo continuiamo ad adottare tutte le misure consigliate affinché le attività ed il divertimento dei bimbi possano svolgersi in completa sicurezza, ed adotteremo il nostro protocollo di sicurezza durante i nostri centri di Natale.

Vi aspettiamo per festeggiare insieme

I nostri Centri Natalizi a Firenze saranno attivi nei giorni 24, 27, 28, 29, 30, 31 dicembre 2021 e 3, 4, 5, 7 gennaio 2022.

Vi aspettiamo per festeggiare insieme il Natale ed il Nuovo Anno, divertendoci in sicurezza!

 

Tornano i Centri di Natale di Bimbi in Movimento!

Tornano i Centri di Natale di Bimbi in Movimento!

Cosa fare durante le vacanze natalizie? Noi abbiamo molte idee su come farvi divertire in movimento e vi aspettiamo ai nostri Centri di Natale 2021 a Firenze!

Le attività invernali di BiM

Nel periodo scolastico Bimbi in Movimento è presente in molte scuole con i suoi progetti sportivi, che entrano a far parte del POF o vengono proposti come attività che prolungano l’orario scolastico; e con l’arrivo delle vacanze natalizie non ha intenzione di fermarsi. Per questo anche per il 2021, tra le varie attività invernali, saranno attivi i Centri di Natale presso l’Istituto Calasanziane e presso la struttura sportiva Tropos Club!

Divertimento e Movimento

Le attività dei Camp di Natale saranno organizzate e gestite da personale qualificato ed esperto (diplomati Isef, laureati in scienze motorie e specialistiche, tecnici federali delle diverse discipline) in maniera ludica e divertente. I gruppi avranno un rapporto di max 1 a 6 per i minori di 6 anni max 1 a 10 per i maggiori di 6 anni e saranno suddivisi per fasce di età, (per i più piccoli è previsto un programma specifico). I gruppi saranno organizzati secondo un sistema ad isole per garantire il distanziamento sociale e limitare eventuali contagi. La giornata prevede momenti di attività sportiva e ricreativa intervallati da pause per il pranzo o la merenda ed i bambini saranno seguiti dallo stesso istruttore per tutta la durata del camp, per garantire il sistema ad isole. Nell’arco della giornata, specialmente al cambio di attività, ai bambini saranno fatte lavare e disinfettare le mani.

Le attività proposte
  • NUOTO (tutti i giorni solo presso camp Tropos)
  • GIOCHI SPORTIVI
  • CALCIO e BASKET
  • SCACCHI
  • BIKE (solo presso Calasanziane)
  • PING PONG (solo presso Calasanziane)
  • PATTINAGGIO-ROLLER (solo presso Calasanziane)
Le misure di sicurezza

Bimbi in Movimento rimane vigile in merito all’emergenza Covid.
Per questo continuiamo ad adottare tutte le misure consigliate affinché le attività ed il divertimento dei bimbi possano svolgersi in completa sicurezza.

  • Attività in piccoli gruppi (rapporto max 1 a 6 per i minori di 6 anni max 1 a 10 per i maggiori di 6 anni.
  • Gruppi organizzati a “sistema isole” per evitare il contatto
  • Istruttori qualificati ed esperti
  • Tutti gli istruttori saranno muniti di mascherina e guanti ove necessario
  • Distanziamento sociale di 1mt e di 2mt per le attività sportive
  • Numero chiuso di iscrizioni considerando 1 persona per 5mq
  • Disinfezione dei locali, dei bagni e dei materiali
  • Attività all’aperto
  • Monitoraggio e controllo di tutte le persone che entrano nella struttura tramite autocertificazione e controllo della temperatura
Festeggiamo il Natale insieme!

I Centri Natalizi a Firenze saranno attivi nei giorni 24, 27, 28, 29, 30, 31 dicembre 2021 e 3, 4, 5, 7 gennaio 2022.

Vi aspettiamo per festeggiare insieme il Natale ed il Nuovo Anno, divertendoci in sicurezza!

Un buon riposo può favorire l’apprendimento?

Un buon riposo può favorire l’apprendimento?

Nei bambini un buon riposo favorirebbe l’apprendimento di parole nuove. È quanto emerso da un nuovo studio condotto dai ricercatori del Center for Mind and Brain della University of California.

Lo studio, pubblicato su Current Biology e condotto su 38 bimbi di età compresa tra 2 e 3 anni, ha osservato per la prima volta l’attivazione di specifiche regioni cerebrali durante il sonno mentre i bambini ascoltano inconsapevolmente parole apprese da poco.

I risultati della ricerca indicano che le aree del cervello dei bambini che entrano in funzione durante il riposo, sarebbero in grado di fissare nella memoria i termini appena appresi.

Lo studio su 38 bambini

Nello specifico, nella prima parte della ricerca i ricercatori hanno insegnato ai bambini parole inesistenti ma dal suono credibile con cui chiamare due oggetti e due pupazzi. Lo stesso test è stato ripetuto una settimana dopo. Nella seconda parte dello studio, i partecipanti sono stati sottoposti a una risonanza magnetica, mentre nel sonno venivano riprodotte le parole inventate apprese di recente insieme a parole vere presenti nel vocabolario.

Analizzati i risultati delle risonanze magnetiche, il team di ricerca ha osservato un’attivazione dell’ippocampo e del lobo temporale mediale anteriore quando i bambini venivano esposti ai termini inventati.

“In esperimenti su adulti si è visto che l’ippocampo viene associato all’apprendimento e al richiamo di ricordi recenti. Il nuovo studio suggerisce che l’ippocampo ha un ruolo particolarmente importante già nello stabilizzare la memoria iniziale delle parole”, ha spiegato Elliott Gray Johnson, tra i ricercatori che hanno condotto lo studio.

Come migliorare la qualità del sonno

Abbiamo visto quindi come un buon riposo possa favorire l’apprendimento nei bambini; ma quali possono essere dei “trucchi” per migliorare la qualità del loro sonno?

  • andare a dormire alla sera il più possibile sempre alla stessa ora
  • dissociare e distanziare fra loro il momento dell’alimentazione dal momento dell’addormentamento
  • far dormire il bambino nel solito ambiente, preferibilmente non il lettone dei genitori
  • non utilizzare apparecchiature elettroniche (tablet, pc, cellulari) prima di andare a letto
  • favorire un’alimentazione equilibrata nelle dosi e ad orari cadenzati e regolari
  • regolare con attenzione la quantità di luce nella stanza

All’interno dei nostri centri estivi e centri invernali a Firenze, dedichiamo sempre una parte del pomeriggio al riposo, ed in particolar modo per i bambini della scuola materna è previsto un vero e proprio momento del pisolino. Questo perché, oltre che al gioco e al divertimento, è importante (per tutti i motivi sopra citati), che i bambini abbiano la possibilità di riposarsi e recuperare le energie.

In skate anche ad halloween

In skate anche ad halloween

Per la nostra associazione autunno significa skate, infatti il nostro autumn skateboard camp 2021 è nel pieno del suo svolgimento, con la seconda parte in programma a partire dal 6 novembre; ma autunno significa anche halloween, la festa dei mostri e dei dolcetti. A Firenze, questa domenica 31 ottobre, ci sarà modo di unire lo skate con halloween: il negozio di skate Roadside Firenze resterà aperto, con una dolce sorpresa per i piccoli skater!

Abbiamo così deciso di farci raccontare da Massimo, il proprietario, da dove nasce il suo Roadside e cosa significhi per lui lo skateboard ed essere skater.

Ecco le sue parole.

Skate, storie di aggregazione e riscatto

A volte succede di ritrovarsi dopo 30 anni a rivivere momenti dimenticati, ricordi sbiaditi ma ancora vivi dentro di noi. Proprio come successo a me, dopo un brutto evento come la pandemia, dalla quale ancora adesso stiamo lottando per uscirne tutti insieme, di ritrovarmi a 48 anni ad aprire un negozio di Skateboard, Roadside Firenze.

Credo che mai nella mia vita avrei pensato ad un’eventualità del genere eppure eccomi qui, a rivedere negli occhi dei bambini che passano davanti alla mia vetrina lo stesso sguardo illuminato che avevo io 30 anni fa e che ricambio con piacere perché lo skate è aggregazione, è amicizia e non conta l’età.

Adesso si chiama “community”, una volta era la compagnia del parchetto ma i valori di fondo sono sempre gli stessi. Che bello quando ti riesce un trick che hai provato e riprovato e gli amici ti gratificano con un “uauuu”, scambiarsi consigli su quali truck usare, che tipo di ruote montare, quanto tirare le viti…

Da poco è anche uscito un film, “Skater Girl”, parla della passione di un’adolescente indiana per lo skate in un Paese dove lo skate è considerato uno sport “da maschi” e dove invece troverà la propria dimensione.

Addirittura, alla fine delle riprese, lo skatepark utilizzato per le riprese ed interamente costruito dalla produzione del film, è stato donato alla comunità che aveva ospitato le riprese ed è diventato il più grande di tutta l’India.

Si, storie di riscatto.

E che bello, il fine settimana ritrovare intere famiglie agli skatepark cittadini, tutti insieme a condividere la passione per le ruote.

Si, storie di aggregazione, perché lo skate è soprattutto questo.

Domenica pomeriggio dalle 15.00 alle 19.30, in occasione della festa di Halloween, rimarremo aperti con il nostro store in Via Pacinotti 4r/6r a Firenze e per chi vorrà passare un dolcetto è assicurato!