La ripartenza dello sport

La ripartenza dello sport

Con l’introduzione del decreto-legge 22 aprile n.52 possiamo dire che sia avvenuta la tanto attesa ripartenza dello sport! Dobbiamo però far chiarezza su cosa sia possibile fare e cosa no, ma soprattutto dove. Vediamolo insieme.

Italia ancora divisa in tre zone

Il decreto-legge mantiene la suddivisione del territorio italiano in tre zone di rischio, individuate tramite i colori ormai a noi noti: giallo, arancione e rosso. Anche per lo sport, come per tutte le altre attività lavorative e ricreative, a seconda del “colore” della propria regione, è consentito, o meno, lo svolgimento di determinate attività. Vediamo quindi cosa prevede, per la ripartenza dello sport, il nuovo decreto.

Si può fare sport, anche di contatto, in zona gialla?

Vi diciamo subito di si! In zona gialla è possibile praticare ogni tipo di sport, anche di contatto, a condizione però che esso venga SVOLTO ALL’APERTO: infatti l’attività sportiva di base individuale, di squadra e di contatto può essere svolta nei parchi pubblici e privati, nelle aree attrezzate all’aperto,  negli spazi all’aperto di centri e circoli sportivi, pubblici e privati.

Dovremo aspettare ancora qualche giorno per tornare a nuotare: difatti dal 15 maggio 2021 sarà consentito svolgere attività sportive presso piscine pubbliche e private, anche queste esclusivamente ALL’APERTO.

Ancora sospesa invece ogni tipo di pratica motoria o sportiva al chiuso. Quest’ultima dovrebbe ripartire dal 1 giugno, pertanto le palestra, e tutte le attività svolte al loro interno, non potranno essere riprese nel mese di maggio. C’è da specificare però, che la limitazione è data dal luogo: un corso di yoga, per esempio, non potrà essere svolto al chiuso in una sala, ma sarà consentito in uno spazio all’aperto!

E in zona arancione?

Ferma restando la sospensione delle attività sportive di squadra e di contatto, nelle zone arancioni  è consentito recarsi presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, del proprio Comune o, in assenza di tali strutture, in altro Comune della medesima regione, per svolgere esclusivamente all’aperto l’attività sportiva di base, nel rispetto delle norme di distanziamento e senza alcun assembramento.

In zona arancione restano sospese le attività sportive di squadra e di contatto, i corsi in piscina (anche in quelle all’aperto dal 15 maggio) e le attività nelle palestre.

Perciò i praticanti di sport di squadra e/o contatto, potranno allenarsi all’aperto e solo in forma individuale, anche se in gruppo, ma senza creare assembramenti e rispettando il distanziamento interpersonale.

 

Si può fare sport in zona rossa?

Negli scenari a elevata gravità, ovvero le zone rosse, sono sospese l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, sia all’aperto che al chiuso. Pertanto è possibile svolgere attività motoria esclusivamente nei pressi della propria abitazione, all’aperto ed in forma individuale e singolarmente.

Nelle zone rosse quindi sono sospese le attività sportive e motorie svolte nei centri sportivi e circoli all’aperto, le attività nelle palestre e delle piscine.

 

Un’estate a tutto sport!

Volendo essere fiduciosi, con considerando l’andamento del contagio e l’aumento delle vaccinazioni, possiamo un’Italia che in estate sarà considerata tutta  a basso rischio, e quindi sarà possibile svolgere ogni tipo di sport in sicurezza!

La nostra associazione è già pronta, abbiamo un nostro protocollo di sicurezza, che già la scorsa estate, ed in generale durante tutto questo anno, ci ha consentito di svolgere centri estivi, centri invernali e corsi di skateboard in completa sicurezza, garantendo a bambini e ragazzi un servizio divertente ed alle famiglie la sicurezza di un’ambiente controllato.

Per questa estate, con i nostri Centri Estivi a Firenze 2021, abbiamo riconfermato lo stesso protocollo, inserendo tante novità tra le attività proposte.

Per questo siamo pronti per tornare a crescere con lo sport, a divertirci in sicurezza! Vi aspettiamo!

 

i Giurati del contest Paint Skate Game – pt 2

i Giurati del contest Paint Skate Game – pt 2

Continua il contest più cool di Bimbi in Movimento: PAINT SKATE GAME 2021! Sul sito fioccano i capolavori dei partecipanti, che stanno dando libero sfogo alla loro fantasia! Il vincitore si aggiudicherà uno skateboard con il proprio disegno stampato sopra, in collaborazione con Algal Skateboards. Continuiamo oggi a parlarvi dei nostri Giurati, con la seconda parte dell’intervista in cui abbiamo posto loro qualche domanda, per farveli conoscere meglio.

 

Davide Morena – Autore

Davide Morena in oltre 20 anni da autore professionista ha scritto qualsiasi cosa: è stato critico cinematografico, storyboard artist, compositore musicale, copywriter, giornalista, drammaturgo, blogger, sceneggiatore, ideatore e curatore di progetti didattici. Oggi fa fumetti e rock ‘n roll. È fondatore del BLIFF!, la Biblioteca del Libro Illustrato e del Fumetto di Firenze.

 

 

Davide cosa ne pensi della nostra iniziativa di creare il contest?

Tutto il bene possibile. È un contest che stimola i bambini a esprimere la propria sensibilità artistica fuori dai recinti della scuola e della famiglia, contesti che spesso non danno ai ragazzi la libertà assoluta di cui hanno bisogno per essere veramente “autentici”. Inoltre, l’aspetto della gara è molto positivo: i ragazzi ci mettono più impegno, seguono lo sviluppo delle votazioni, imparano a chiedere il supporto dei loro amici… tutti aspetti che li aiutano a crescere.

 

Cosa sai e cosa ti piace dello skateboard?

Adoro l’immaginario visivo e musicale del mondo skate, col quale ho sempre avuto contatti, da vecchio rockettaro quale sono. Però confesso di non saperci andare!

 

Un tuo parere su bimbi in movimento ed i nostri centri estivi 2021 a Firenze?

I miei bambini sono stati spesso ai centri estivi di BiM e sono sempre stati contenti di passare lunghe giornate di sport in allegria. Non conosco parere più autorevole!

 

 

Paolo Serena – Giornalista

Paolo Serena, giornalista classe 1984, dal 2015 lavora per l’ufficio stampa della FIGC. Sociologo, insegna comunicazione in ambito sportivo ai bambini e ai ragazzi dagli 8 ai 18 anni. “Il segreto per fare del buon giornalismo? Mangiare tanta verdura. Ma i carciofi no; i carciofi, li detesto”.

 

 

Paolo cosa pensi della nostra idea di creare il contest Paint Skate Game?

Fantastica! Quando si crea qualcosa per unire passione, arte e sport, il risultato non può che essere magnifico. Bambini e bambine, ragazzi e ragazze si battono per creare la tavola da skate dei loro sogni e chi vince… la tramuta in realtà! Cosa ci può essere di meglio per un piccolo o una piccola skater?

 

Cosa sai e cosa ti piace dello skateboard?

Adoro quell’atmosfera urbana fatta di rampe, salti mozzafiato, graffiti e… adrenalina. Non ho mai ‘praticato’ (si dice così o mi fa troppo vecchio?) skate, ma sono sempre rimasto estasiato da chi fosse capace di certe prodezze sulla tavola, fin da quando ero un bambino. È come portare il mare in città, surfare sul cemento: il film ‘Lords of Dogtown’ è entrato di prepotenza nel mio immaginario e tutte le volte che vedo qualcuno sullo skate rimango affascinato – e forse anche un po’ invidioso… – nel guardarlo.

 

Un tuo commento su bimbi in movimento?

Conosco Silvia, che è sinonimo di professionalità e simpatia, e ogni sua iniziativa centra sempre il bersaglio. ‘Bimbi in Movimento’ è la promozione delle attività sportive proprio come piace a me: passione, spirito di squadra e soprattutto la capacità di fare cultura attraverso lo sport. E per cultura intendo la capacità di appassionarsi, di approfondire un argomento e di accettare la sconfitta. Lo sport come vera metafora di vita.

 

 

 

i Giurati del contest Paint Skate Game – pt 2

I Giurati del contest Paint Skate Game – pt 1

E’ tornato il contest più cool di Bimbi in Movimento: PAINT SKATE GAME 2021! Il vincitore si aggiudicherà uno skateboard con il proprio disegno stampato sopra, in collaborazione con Algal Skateboards. Sul sito sono già state caricate le prime creazioni, ma oggi vogliamo parlarvi dei nostri Giurati! Abbiamo deciso di fare loro qualche domanda per farveli conoscere meglio.

Lorenza Godani – Blogger

Fiorentina d’adozione, a Firenze ha costruito la sua vita, il sito Firenze Formato Famiglia nel quale si occupa di contenuti e redazione, insieme al suo compagno di vita, una famiglia numerosa. Questa famiglia rumorosa, affollata, circondata da amici con bimbi piccoli e un’orda di parenti, fanno parte della “sua” redazione. Sono i suoi inviati speciali, l’occasione per continuare a scoprire Firenze e i suoi dintorni offrendo agli altri dritte, consigli, recensioni e sempre nuove avventure.

 

Un tuo parere sul contest?

L’iniziativa mi sembra pregevole e la reputi un’occasione importante, perché ormai bambini e ragazzi hanno pochi stimoli. In questo periodo in cui ci si sente soli, con pochi amici e poche possibilità di andare in giro, potersi dedicare ad attività creativa come questo contest è un modo per poter evadere, quindi mi piace molto. Esattamente come mi piaceva l’anno scorso, infatti anche nella prima edizione sono stata giurata del contest.

 

Cosa pensi dello skate?

Avevo già pubblicato un articolo su Firenze Formato Famiglia scrivendo che conosco piuttosto bene lo skateboard, dato che mio figlio Ludovico lo pratica già. Lo ritengo uno sport che insegna ai ragazzi il coraggio, ad oltrepassare i propri limiti. Insegna loro a cadere e rialzarsi. Ma anche a cadere bene, che non è una cosa semplice. Questa può essere intesa come una metafora dell’esistenza e della progressione della maturità dei bambini.

 

Un commento sulla nostra associazione?

Bimbi in Movimento è uno dei centri estivi che più apprezziamo per la serietà con cui vengono condotti, vi hanno partecipato figli di amici ed i miei nipoti. Mio figlio invece ha preso parte ai corsi autunnali e primaverili di skateboard. Ritengo Bimbi in Movimento una delle realtà del territorio fiorentino tra le più serie e vicina alle famiglie; i primi fra l’altro a garantire  un protocollo di sicurezza anti contagio, fondamentale oggi per garantire un servizio sicuro.

 

Federico Gennari – Illustratore 

Federico Gennari è nato a Pesaro nel 1976 ma vive e lavora a Firenze da più di vent’anni. Come illustratore e fumettista ha collaborato con Erickson, Notes edizioni, Sideways e Leviathan Labs. E’ uno dei soci fondatori del Bliff, la bibliteca del libro illustrato e del fumetto di Firenze e fa parte del gruppo multidisciplinare dei COMPLOTTO per cui suona la chitarra e disegna fumetti.

 

Cosa ne pensi della nostra iniziativa di creare il contest?

Visto che 2 delle mie più grandi passioni sono il disegno e lo skate non posso far altro che appoggiare appieno questo contest. Una fantastica iniziativa. Con un unico concorso incentivate arte e sport. E poi, quale bambino non vorrebbe una tavola con il proprio supermostro alieno stampato sotto. Avessi 10 anni farei i salti mortali per averla. Da sempre skateboard e grafica vanno a braccetto. Quando si sceglie una tavola da skate si sceglie anche in base alla grafica. E’ un segno distintivo. Non credo ci siano altri sport così legati all’arte come lo skateboard. Per questo non amo il monopattino. Hai mai visto un monopattino con un drago sparafuoco disegnato sotto?

 

Cosa sai e cosa ti piace dello skateboard?

L’ho praticato tantissimo a cavallo tra anni 80 e 90. In quegli anni avevo sempre la tavola sotto i piedi e assorbivo qualsiasi cosa fuoriuscisse da quel mondo. Videocassette, giornalini, ero sommerso da chiavi inglesi, cuscinetti e ruote. Il bello è soprattutto skateare con gli amici, scovare e provare insistentemente nuovi trick, vedere chi li chiude prima, cadere e rialzarsi, stare all’aria aperta e farsi quattro risate. Per me non c’è stato niente di meglio. Poi per questioni di vita ho mollato un po il colpo e il rapporto è stato altalenante. Sai, se perdi la compagnia con cui vai a skateare perdi gran parte della bellezza. Ma tutt’ora, a 44 anni, ho le mie 3 tavole con le quali vado ogni tanto a farmi qualche giretto… tranquillo però. I colpi sugli stinchi non li assorbo più come una volta.

 

Un tuo parere su Bimbi in Movimento ed i nostri centri estivi 2021 a Firenze?

Non avendo ancora figli non ho potuto approfondire direttamente ma a giudicare da quello che vedo sul sito mi sembra divertentissimo.

 

Pietro Maci – Creativo

Pietro Maci è un comunicatore d’impresa nell’area della creatività, con esperienze anche nel campo della scenografia e dell’insegnamento. Nel mondo dell’animazione CGI lavora da ventiquattro anni, da quando ha conseguito la qualifica di Comunicatore in Animazione Senior con Ro Marcenaro e Guido de Maria. Attualmente crea e realizza sigle animate, video pubblicitari, virtual set televisivi e scenografie per press junkets.

 

 

Cosa pensi della nostra idea di creare il contest Paint Skate Game?

Io, che della creatività ne ho fatto un mestiere, sono certamente favorevole a questo genere di iniziative, perché non si tratta solo una semplice gara: è sicuramente un’idea divertente che stimola i ragazzi spingendoli alla personalizzazione delle cose, opposto all’omologazione che tende in genere a uniformare i gusti.

 

Conosci lo skateboard? Cosa pensi di questa disciplina?

Non è cosa per me, per motivi anagrafici. È più uno sport, o forse un passatempo, di quelle nuove generazioni che ne possono fare addirittura uno stile di vita; una sana alternativa alla PlayStation o al convulso utilizzo dello smartphone.

 

Un commento su Bimbi in Movimento?

Bimbi in Movimento è aria aperta, tanto sport, divertimento. I ragazzi non sono certamente “parcheggiati” in un luogo ma seguiti, coinvolti in giochi sportivi e iniziative che sicuramente, quando saranno adulti, ricorderanno con piacere.

Chiacchierata con Diego, vincitore del paint skate game 2020

Chiacchierata con Diego, vincitore del paint skate game 2020

Il bimCONTEST Paint Skate Game 2021 è alle porte, così abbiamo deciso di fare quattro chiacchiere con Diego Bartoletti, vincitore dell’edizione 2020.

Il contest

Cosa è PAINT SKATE GAME? E’ un contest, già proposto nel 2020,  rivolto a bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni nel quale il vincitore si aggiudicherà uno skateboard con il proprio disegno stampato sopra, in collaborazione con Algal Boards.

Creazione vincitrice del contest by Diego

Il vincitore 2020

Diego ha 7 anni, è un bambino vispo ed allegro. Ha partecipato ai nostri camp autunnali e primaverili di skateboard, ed anche ai centri estivi; possiamo quindi dire che è un nostro affezionato associato. Si è prestato con entusiasmo alla nostra intervista, e ne siamo veramente felici!

Ecco, dunque, la nostra chiacchierata col vincitore:

 

 Ciao Diego, per iniziare vorresti dirci cosa è per te lo skateboard?

 Per me lo skate è il “regno delle ruote”!

 E cos’è che ti piace dello skate?

 Mi piace fare sempre nuovi trick, e salire sulle rampe! Mi diverto anche quando cado! Fare skateboard è bello perché posso stare all’aria aperta, con il vento in faccia.

 Sei felice di aver vinto la tua tavola personalizzata nell’edizione 2020 del contest?

 Si! Mi piace tanto la mia tavola! Anche quando sono a scuola, se la maestra mi chiede di disegnare un momento in cui sono felice, io mi disegno mentre vado sul mio skate.

 Grazie Diego! Adesso, per concludere, facciamo la stessa domanda anche alla tua mamma: cosa ne pensi, e cosa ti piace, dello skateboard? 

 Ciao! Dal punto di vista di mamma mi è sicuramente piaciuto dello skate il fatto che sia un’attività da svolgere all’aria aperta. Questo aspetto lo apprezzo in particolar modo in questo periodo, visto il momento storico che stiamo vivendo. Poi trovo che lo skateboard sia uno sport aggregante, che permette ai ragazzi di stare assieme; lo ritengo un’attività sana. In particolare penso che a mio figlio Diego abbia insegnato ad imparare dai propri errori e soprattutto a rialzarsi dopo le cadute!

 

Ringraziamo ancora una volta Diego e sua Mamma per essersi prestati alla nostra intervista, ed aspettiamo di rivederli alla seconda parte dello spring skate camp ed ai nostri centri estivi 2021 a Firenze; per tornare a crescere e divertirsi con lo sport, sempre con la massima attenzione per la sicurezza.

 

 

I nostri centri estivi 2021 a Firenze: Calasanziane

I nostri centri estivi 2021 a Firenze: Calasanziane

Il Camp Calasanziane è uno dei nostri centri estivi 2021 a Firenze; frutto della collaborazione tra l’Istituto Suore Calasanziane e Bimbi in Movimento. Il camp è aperto a tutti i bambini dai 3 agli 11 anni, con turni della durata di una settimana (dal lunedì al venerdì). Dal 14 giugno al 23 luglio.

La struttura

Questo centro estivo, che è alla sua settima edizione, ha luogo nella struttura scolastica dell’Istituto delle Calasanziane, situata a Firenze, in via delle Centostelle 9.
Tale struttura, circondata da un grandissimo parco di più di 5000 mq di grandezza e dotata di due campi esterni per l’attività motoria, due palestre interne e una sala giochi doppia, è particolarmente adatta alle attività sportive sia esterne che interne.

Divertimento in sicurezza

Torniamo a crescere con lo sport, a divertirci in sicurezza!
Come è accaduto nell’edizione 2020, dove le procedure del protocollo antivirale adottate hanno consentito di trascorrere un’estate ricca di divertimento e sicurezza, Bimbi in Movimento ha deciso di confermare le seguenti procedure:

  • Attività in piccoli gruppi
  • Gruppi organizzati con “sistema a isole” per evitare il contatto
  • Istruttori qualificati ed esperti
  • Istruttori equipaggiati di mascherina e guanti ove necessario
  • Distanziamento sociale di 1mt e di 2mt per le attività sportive (se previsto dalle normative)
  • Numero chiuso di iscrizioni
  • Disinfezione dei locali, dei bagni e dei materiali
  • Attività svolte all’aperto
  • Monitoraggio e controllo di tutte le persone che entrano nella struttura tramite autocertificazione e controllo della temperatura

 

Le attività

Le attività sono organizzate e gestite da personale qualificato ed esperto (diplomati Isef, laureati in scienze motorie e specialistiche, tecnici federali delle diverse discipline) in maniera ludica e divertente.
I temi al centro delle attività di quest’anno saranno le Olimpiadi Tokio 2021 e gli Europei 2021.
I gruppi si sfideranno con varie prove al termine delle quali avranno un punteggio che sarà assegnato, oltre che per i risultati sportivi, anche per gli aspetti legati ai valori dello sport: dal fair play alla collaborazione, dal rispetto delle regole ai comportamenti positivi.

Le attività inizieranno alle ore 9 e si concluderanno alle ore 16:30 (accoglienza dalle ore 8). La giornata prevede momenti di attività sportiva e ricreativa intervallati da pause per il pranzo o la merenda. I bambini saranno seguiti dallo stesso istruttore per tutta la durata del centro estivo per garantire il sistema ad isole. Le attività di judo e parkour saranno svolte da istruttori provenienti da società esterne che si atterranno alle medesime normative sanitarie anticovid. Nell’arco della giornata, specialmente al cambio di attività, ai bambini saranno fatte lavare e disinfettare le mani.

GITA SETTIMANALE GRANDE NOVITÀ 2021 : per i bambini da 6 a 11 anni gita settimanale in bici al Parco dell’Ecorinascimento con pranzo al sacco.