Lo stress nei bambini ed il ruolo dell’attività motoria

Lo stress nei bambini ed il ruolo dell’attività motoria

 I risultati di una ricerca condotta dall’Università canadese di Montreal indicano che lo stress dei bambini aumenta quando iniziano la scuola materna. Questo studio ci da lo spunto pe runa riflessione: qual è il ruolo dell’attività motoria nel combattere lo stress, anche nei bambini?

Lo studio

Nel corso dello studio, gli esperti hanno preso in esame 384 bambini e hanno misurato in ognuno di loro tre tipi di risposta allo stress in diversi momenti del passaggio alla scuola. I dati indicano che, nel complesso, i livelli di cortisolo nei bambini hanno conosciuto un incremento significativo durante le prime due settimane di scuola materna. Due mesi più tardi i livelli erano tornati ai valori basali in alcuni bambini, cosa che indicava che si erano adattati alla nuova situazione, pur rimanendo alti in altri partecipanti.

Le conclusioni dei ricercatori sono state pubblicate sulla rivista specializzata Psychoneuroendocrinology.

Il ruolo dell’attività fisica nel combattere lo stress

L’attività fisica gioca un ruolo fondamentale per la gestione dello stress psicologico, riducendo lo stato di ansia ed i sintomi della depressione moderata, aumentando, conseguentemente, la sopportazione dello stress fisico, anche nei bambini.

L’esercizio fisico, infatti, aumenta il rilascio postsinaptico di neurotrasmettitori monoaminici (dopamina e serotonina). Entrambi giocano un ruolo importantissimo nella regolazione dell’umore.

Ancora una volta possiamo quindi affermare che l’attività fisica e sportiva giovi enormemente ad una sana e corretta crescita psicofisica dei bambini.

Il nostro impegno

Bimbi in Movimento promuove lo sport senza finalità agonistica tra bambini e ragazzi a Firenze e in Toscana. Perché lo sport è un potente strumento educativo, fondamentale per la crescita dei più giovani a livello motorio, emotivo, sociale e cognitivo.

Nel periodo scolastico siamo presenti in molte scuole con progetti sportivi, che entrano a far parte del POF o vengono proposti come attività che prolungano l’orario scolastico. Inoltre, nel corso dell’anno proponiamo centri invernali sulla neve, centri invernali durante il periodo natalizio, corsi di skateboard e pattinaggio freestyle. Inoltre la nostra associazione si è aggiudicata il bando per la realizzazione del progetto “PON METRO 14-20 – potenziare e innovare lo sport per tutti: sport nelle scuole”, all’interno di quattro scuole primarie del Quartiere 2 di Firenze.

In estate poi organizziamo i nostri centri estivi a Firenze, che mettono lo sport al centro della crescita del bambino. Ogni estate ci prendiamo cura del divertimento e dell’educazione di centinaia di bambini che le famiglie ci affidano attraverso numerose attività sportive.

 

Corso di pattinaggio freestyle 2022

Corso di pattinaggio freestyle 2022

Torna a grande richiesta il corso di pattinaggio freestyle, a partire da sabato 24 settembre allo skatepark di Firenze (Campo di Marte).

FREESTYLE!!!

Sempre pronto ad estendere i propri orizzonti, grazie al grande successo della scorsa primavera, Bimbi in Movimento ripropone il corso di Pattinaggio FreeStyle a Firenze in collaborazione con l’Associazione sportiva Pino Florence skating realtà leader del settore a Firenze che da anni appassiona bambini e ragazzi a questa disciplina.
Il corso si svolgerà allo skate park di Campo di Marte a partire dal 24 settembre 2022, per bambini e bambine dai 6 ai 12 anni.

Articolato in diverse specialità, il pattinaggio freestyle è una disciplina che utilizza i pattini in linea lavorando su slalom, salti e rampe.

Tutto basato sull’utilizzare il pattino a 360 gradi, la disciplina prepara i giovani atleti e le giovani atlete ad affrontare al meglio le gare o le varie sfide con i pattini.
Tra le innumerevoli qualità del Freestyle, la più apprezzata è sicuramente il fatto che fa sentire “a casa”, ossia nonostante sia una disciplina complessa e articolata permette a chiunque di trovare un angolo in cui cimentarsi e affinare le proprie doti nel pieno rispetto dei propri gusti personali e della propria personalità: è per questo che è uno sport perfettamente in linea con i principi di Bimbi in Movimento!
Il corso, diviso in due blocchi da 4 lezioni ha lo scopo di insegnare ad avanzare velocemente, curvare, frenare, evitare un ostacolo, alzarsi da una caduta ed ovviamente proteggersi adeguatamente.

MODALITA’ DI SVOLGIMENTO

Bimbi in Movimento pensando alle necessità delle famiglie e alla qualità del servizio ha deciso di:

  • Sviluppare i corsi con una soluzione “snella”, ovvero due blocchi di lezioni 4+4. Non ti preoccupare! Gli iscritti delle prime 4 lezioni avranno la precedenza per il rinnovo.
  • Far sovrintendere le lezioni da un preparatore per la coordinazione motoria, figura fondamentale per l’apprendimento della disciplina, specialista in scienze motorie.
    • Includere nel prezzo una polizza infortunistica.

I corsi di 4+4 lezioni saranno differenziati per 2 livelli:

  • Livello 1 Basic
  • Livello 2 Advance

Per rispettare il rapporto bambini/e/istruttore il corso sarà diviso in turni.

I corsi saranno a numero chiuso.

CALENDARIO

Da settembre a novembre 2022
Sabato
ore 9.30 – 11 – I turno
ore 11:15 – 12:45 – II turno

Il secondo turno sarà attivato al completamento dei posti del I turno.

Inizio I° parte del corso: sabato 24 settembre
Calendario:
24/09, 1/10, 8/10, 15/10.
Inizio II° parte del corso: sabato 29 Ottobre
Calendario:
29/10, 5/11, 12/11, 19/11

PROGRAMMA

Le lezioni di 90 minuti ciascuna si svolgeranno il sabato mattina e, in caso di maltempo, la domenica mattina, presso lo skate park di Campo di Marte.
I ragazzi verranno suddivisi in base ai livelli di competenza dichiarata al momento dell’iscrizione: “livello basic” per chi non ha mai messo i pattini o è alle prime esperienze; “livello advance” per chi ha partecipato a corsi precedenti o ha già una buona esperienza da autodidatta.
Dopo la prima lezione eventualmente potrebbero avvenire degli spostamenti in base alle valutazione degli istruttori, nell’incertezza è preferibile iscriversi al “ corso base”.
Non è possibile effettuare lezioni di prova per via delle iscrizioni a numero chiuso ed il rispetto del rapporto bambini/istruttore.

A TUTTE ROTELLE!

Non solo pattinaggio: dal 24 settembre riparte anche l’Autumn Skate Camp 2022! Ovvero i corsi di skateboard di bimbi in movimento, presso gli skatepark del Neto a Sesto Fiorentino e del Campo di Marte a Firenze.

Vi aspettiamo per divertirci ed imparare tanti nuovi triks!!!

Tornano i corsi di Skateboard 2022

Tornano i corsi di Skateboard 2022

L’estate sta finendo, ma non temete, Bimbi in Movimento non si ferma: tornano infatti il 24 settembre i corsi di skateboard 2022!

Autumn Skate Camp 22!

Torna a settembre l’appuntamento con il corso di Skateboard d’autunno a Firenze!
A grande richiesta il corso si svolgerà presso lo skate park di Campo di Marte e nello storico skate park del Neto a Sesto Fiorentino, a nostro uso esclusivo.

Bimbi in Movimento pensando alle necessità delle famiglie e alla qualità del servizio ha deciso di:

  • Sviluppare i corsi con una soluzione “snella”, ovvero due blocchi di lezioni 4+4. Non ti preoccupare! Gli iscritti delle prime 4 lezioni avranno la precedenza per il rinnovo.
  • Far sovrintendere le lezioni da un preparatore per la coordinazione motoria, figura fondamentale per l’apprendimento della disciplina, specialista in scienze motorie.
  • Includere nel prezzo una polizza infortunistica.

I corsi di 4+4 lezioni saranno differenziati per 2 livelli:

  • Livello 1 Basic
  • Livello 2 Advance

Calendario

I corsi saranno a numero chiuso.

  • Corso skatepark il Neto ad uso esclusivo:
    Basic ed Adavance 6 bambini per istruttore
  • Corso skate park Campo di Marte:
    Basic, Adavance 3 bambini per istruttore
    (N.B. il numero ridotto di bambini per istruttore è dato dalla non esclusività delloskate park)

Da settembre a novembre 2022.
Sabato
ore 9.30 – 11 I turno
ore 11:15 – 12:45 II turno
Il secondo turno sarà attivato al completamento dei posti del I turno.

Inizio I parte del corso: sabato 24 settembre
Calendario:
24/09, 1/10, 8/10, 15/10.
Inizio II° parte del corso: sabato 29 Ottobre
Calendario:
29/10, 5/11, 12/11, 19/11

Programma

Le lezioni di 90 minuti ciascuna si svolgeranno il sabato mattina e, in caso di maltempo, la domenica mattina, presso lo skate park del Neto che sarà utilizzato da Bimbi in Movimento in esclusiva, e presso lo skate park di Campo di Marte.
I ragazzi potranno cimentarsi nell’affrontare strutture dedicate a seconda dei vari livelli e provare l’emozione dei primi tricks!!

Per i corsisti avanzati ci sarà la possibilità di allenarsi sulla esclusiva mini ramp di Bimbi in Movimento presso la struttura del Palacoverciano o in altre strutture ritenute idonee al livello.

Al fine di facilitare l’apprendimento, durante le lezioni saranno effettuate riprese video e verranno mostrati tutorial di giovani Pro-Skateboarders o video sull’affascinante storia dello Skateboard.

I ragazzi verranno suddivisi in base ai livelli di competenza: “livello basic” per chi non è mai salito sullo skate o è alle prime esperienze; “livello advance” per chi ha partecipato a corsi precedenti o ha già una buona esperienza da autodidatta. Dopo la prima lezione eventualmente potrebbero avvenire degli spostamenti in base alle valutazione degli istruttori, nell’incertezza è preferibile iscriversi al “corso base”. Non è possibile effettuare lezioni di prova per via delle iscrizioni a numero chiuso e il rispetto del rapporto bambini/istruttore.

 

Non solo Skate!

In concomitanza con i corsi d’autunno di skateboard, si svolgerà (soltanto presso lo skatepark di Firenze Campo di Marte) anche il corso di pattinaggio freestyle!

Vi aspettiamo numerosi a partire dal 24 settembre, per colorare di arancione il vostro sabato mattina sui vostri skateboard o rollerblade!

Un bambino su quattro sotto i sei anni naviga in internet da solo

Un bambino su quattro sotto i sei anni naviga in internet da solo

I numeri emersi da un’indagine presentata in occasione del congresso della Società Italiana delle Cure Primarie Pediatriche rivelano che un bambino su quattro, sotto i sei anni di età, naviga già in internet da solo, senza il controllo dei genitori.

L’indagine

Vi riportiamo il contenuto di un articolo di skyTG24, che ci offre un interessante spunto di riflessione.

Lo studio, come ha spiegato il coordinatore Giovanni Cerimoniale, membro del consiglio direttivo Siccup, “si è concentrato su bambini da 0 a 14 anni” e in particolare sulle risposte fornite dai pediatri di famiglia di quasi tutte le Regioni italiane, tramite 1.748 questionari anonimi compilati fino al mese di aprile dell’anno in corso. Dall’indagine è emerso che i bimbi si collegano e navigano in internet sempre più da soli con il crescere dell’età. Nello specifico, nella fascia dai 2 ai 6 anni, la percentuale dei bambini che utilizza internet si attesta al 26% e al 65% tra i 6 e i 10 anni. Dato che sale al 94% tra i bambini di età compresa tra 10 e 14 anni. Quanto ai social media, come Facebook, Tiktok e Instagram, sono utilizzati dal 76% dei bambini di età superiore ai 12 anni, dal 25% di quelli tra i 9 e i 12 anni, dal 5% tra i 6 e i 9 e dall’1,5% tra i 3 e i 6.

Numeri importanti, che ci fanno comprendere meglio quanto internet, ed i social network, facciano ormai parte della vita anche dei più piccoli. L’articolo si conclude con degli importanti consigli:

Ciascun pediatra di famiglia ha almeno 5-6 bambini tra i suoi assistiti che è vittima di cyberbullismo. È importante che i pediatri inizino a parlare del corretto uso dei dispositivi digitali sin dalle prime visite”, ha aggiunto, perché “un uso eccessivo e un’esposizione precoce a smartphone e tablet, oltre ad avere gravi ripercussioni sia a livello posturale che a livello neuro evolutivo, aumenta il rischio di esser vittima di bullismo informatico”. Per questo, i pediatri della Siccup invitano i genitori a non fare utilizzare schermi prima dei 3 anni. Nella fascia 3 a 6 anni, invece, quando il bambino ha bisogno di scoprire tutte le sue capacità sensoriali, si consiglia di incoraggiare i più piccoli al gioco tra pari evitando dispositivi digitali. Inoltre, dai 6 ai 9 anni, quando il bambino ha bisogno di scoprire le regole del gioco sociale, non andrebbe consentito l’uso di internet. Infine, da 9 a 12 anni via libera all’uso di internet, ma sarebbe da evitare l’utilizzo dei social.

Il ruolo dello sport nella sana crescita dei bambini

La nostra associazione, Bimbi in Movimento, promuove lo sport senza finalità agonistica tra bambini e ragazzi a Firenze e in Toscana. Perché, per noi,  lo sport è un potente strumento educativo, fondamentale per la crescita dei più giovani a livello motorio, emotivo, sociale e cognitivo.

Dal 2005 organizziamo centri estivi a Firenze che mettono lo sport al centro della crescita dei bambini. Ogni estate ci prendiamo cura del divertimento e dell’educazione di centinaia di bambini che le famiglie ci affidano attraverso numerose attività sportive.
Accanto ai centri estivi offriamo altre attività: centri invernali durante le vacanze natalizie, campus residenziali a tema sportivo in località di mare o di montagna, progetti nelle scuole, corsi di skateboard e pattinaggio nel weekend, ed altro ancora.

I dati della statistica riguardanti l’utilizzo di internet da parte dei bambini è preoccupante, ma riteniamo che attraverso lo sport, l’attività fisica e motoria, sia possibile “allontanare” i bambini dagli schermi, insegnandoli fin da piccoli il piacere del movimento, dello stare all’aria aperta, delle interazione con gli altri. Non è nostra intenzione demonizzare internet e le apparecchiature elettroniche, bensì il loro precoce ed esagerato utilizzo; riteniamo quindi che grazie allo sport si possano fornire nuovi stimoli ed interessi nei bambini, che li portino quindi a preferire la pratica sportiva, il gioco motorio, al navigare su internet o stare seduti davanti ad uno schermo.

 

Grande Italia ai mondiali di nuoto

Grande Italia ai mondiali di nuoto

Una grande Italia si piazza al terzo posto del medagliere dei mondiali di nuoto 2022, dietro soltanto ai “giganti” USA e Cina.

La XIX edizione dei Campionati mondiali di nuoto si è svolta dal 18 giugno al 3 luglio  a Budapest, in Ungheria.

Per l’Italia si è trattato dell’edizione del mondiali che ha battuto tutti i record per le nazionali della Federnuoto: terza nel medagliere dietro a Stati Uniti e Cina con 9 ori, 7 argenti e 6 bronzi.

Medagliere complessivo
  1. Stati Uniti 18 ori, 14 argenti, 17 bronzi, tot 49
  2. Cina 18 / 2 / 8, tot 28
  3. Italia 9 / 7 / 6, tot 22
  4. Australia 6 / 9 / 4, tot 19
  5. Canada 3 / 5 / 6, tot 14
Le medaglie azzurre

ORO (9)
N. Nicolò Martinenghi nei 100 rana
N. Thomas Ceccon nei 100 dorso
N. Benedetta Pilato nei 100 rana
N. Gregorio Paltrinieri nei 1500
N. Staffetta 4×100 mista con Thomas Ceccon, Nicolò Martinenghi, Federico Burdisso e Alessandro Miressi
F. Gregorio Paltrinieri nella 10 km
F. Dario Verani nella 25 km
A. Giorgio Minisini e Lucrezia Ruggiero nel tecnico del misto
A. Giorgio Minisini e Lucrezia Ruggiero nel libero del misto

ARGENTO (7)
N. Nicolò Martinenghi nei 50 rana
N. Benedetta Pilato nei 50 rana
A. Highlights con Domiziana Cavanna, Lida Cerruti, Costanza Di Camillo, Costanza Ferro, Gemma Galli, Marta Iacoacci, Marta Murru, Enrica Piccoli, Federica Sala e Francesca Zunino
F. Gregorio Patrinieri nei 5 km
F. Domenica Acerenza nella 10 km
T. Chiara Pellacani e Matteo Santoro nel mixed 3m
PNM. Settebello con Marco Del Lungo, Francesco Di Fulvio, Luca Damonte, Matteo Iocchi Gratta, Andrea Fondelli, Giacomo Cannella, Luca Marziali, Gonzalo Echenique, Nicholas Presciutti, Lorenzo Bruni, Edoardo Di Somma, Vincenzo Dolce, Gianmarco Nicosia. All. Sandro Campagna.

BRONZO (6)
N. Staffetta 4×100 stile libero con Alessandro Miressi, Thomas Ceccon, Lorenzo Zazzeri e Manuel Frigo
N. Simona Quadarella negli 800 stile libero
A. Libero combinato con Gemma Galli, Domiziana Cavanna, Linda Cerruti, Costanza Di Camillo, Costanza Ferro, Marta Iacoacci, Marta Murro, Enrica Piccoli, Federica Sala e Francesca Zunino
A. Squadra nella routine tecnica con Domiziana Cavanna, Linda Cerruti, Costanza Di Camillo, Costanza Ferro, Gemma Galli, Marta Iacoacci, Marta Murru ed Enrica Piccoli
F. Staffetta 4×1500 con Ginevra Taddeucci, Giulia Gabbrielleschi, Domenico Acerenza, Gregorio Paltrinieri
F. Giulia Gabbrielleschi nei 5 km

Il nuoto nei nostri centri estivi

Il nuoto è un grande protagonista della nostra estate non soltanto per le prodezze degli atleti ed atlete italiane! Infatti fa parte dei nostri centri estivi grazie alle nostre piscine ad uso esclusivo presenti presso le strutture del centro estivo Palacoverciano e del centro estivo Calasanziane.

Infine, per completare l’offerta dei nostri centri estivi 2022 a Firenze non potevano mancare i corsi di nuoto: questi ultimi sono inseriti all’interno del programma del centro estivo Emmerschool; che unisce appunto il nuoto, lo sport e l’inglese, e vengono svolti presso la piscina H2O di Firenze.

Vi aspettiamo quindi ai nostri camp, per fare un tuffo in allegria, e festeggiare i grandi risultati dell’Italia ai mondiali di nuoto!

Consigli per proteggere i bambini dai colpi di calore

Consigli per proteggere i bambini dai colpi di calore

In questi giorni Firenze (ma in generale tutto il nostro Paese), è colpita da una eccezionale ondata di calore, caratterizzata da temperature elevate, al di sopra dei valori usuali di questo periodo dell’anno.

I rischi di effetti negativi sulla salute dipendono, oltre che dalla sua intensità, soprattutto dalla durata del periodo di caldo eccessivo. I neonati e i bambini piccoli in circostanze di questo tipo, possono essere esposti al rischio di un aumento eccessivo della temperatura corporea e a disidratazione, con possibili conseguenze dannose sul sistema cardiocircolatorio, respiratorio e neurologico.

Il rischio del colpo di calore

Il grande rischio al quale si va in contro quando ci si torva in queste situazioni metereologiche è il famoso “colpo di calore”.

Il colpo di calore può essere causato da temperature elevate e climi umidi o da un’attività fisica molto intensa esercitata in ambiente caldo-umido. La caratteristica principale del colpo di calore è l‘innalzamento della temperatura corporea a valori pari o superiore a 40 °C. In queste condizioni, vi può essere, nausea e vomito, pelle arrossata talora con perdita della capacità di sudorazione, respirazione o battiti cardiaci accelerati, mal di testa, crampi o debolezza muscolare, stato confusionale e perdita di conoscenza.

In caso di sospetto colpo di calore è fondamentale cercare immediatamente l’aiuto di un medico. In attesa del suo arrivo è necessario cercare di abbassare la temperatura corporea:

  • spostando all’ombra la vittima del colpo di calore e togliendo gli abiti in eccesso;
  • con impacchi freddi sulla testa, sul collo, sotto le ascelle e all’inguine;
  • vaporizzando, se possibile, dell’acqua sul corpo per facilitare l’abbassamento della temperatura cutanea attraverso i processi di evaporazione.

Come proteggere i bambini dal caldo e prevenire il colpo di calore

Per prevenire l’insorgenza di un colpo di calore, e proteggere i bambini dal caldo, vogliamo condividere con voi alcuni consigli utili pubblicati sul sito del Ministero della Salute, per prendersi cura dei bambini durante un’ondata di calore :

  1. In ambienti chiusi, vestire i bambini in modo molto leggero, lasciando ampie superfici cutanee scoperte.
  2. All’aria aperta, in spiaggia o in piscina, evitare l’esposizione diretta al sole (soprattutto nelle ore più calde della giornata, ovvero dalle 11 alle 18), applicare sempre prodotti solari ad alta protezione sulle parti scoperte del corpo e proteggere il capo con un cappellino.
  3. I bambini sotto i sei mesi di vita non devono essere mai esposti al sole diretto.
  4. Limitare attività fisica all’aperto durante le ore più calde.
  5. Fare in modo che i bambini assumano sufficienti quantità di liquidi, evitando le bevande fredde.
  6. Preparare per i bambini pasti leggeri, preferibilmente a base di frutta e verdura e fare attenzione alla conservazione dei cibi.
  7. Non lasciare mai i bambini chiusi in autovetture o locali che possono surriscaldarsi, nemmeno per poco tempo.
  8. Chiamare immediatamente il soccorso medico, se il bambino manifesta qualcuno dei seguenti sintomi: nausea, vomito, debolezza muscolare, affaticamento, mal di testa, stato confusionale, febbre. Potrebbe trattarsi di un colpo di calore.
  9. I bambini con problemi di salute sono particolarmente sensibili alle ondate di calore e, pertanto, quando fa molto caldo necessitano di maggiori attenzioni. In particolare, i bambini con malattie cardiache, circolatorie, respiratorie o polmonari (come l’asma) devono evitare di frequentare parchi o aree verdi nei grandi centri urbani, nelle ore più calde della giornata.

Le nostre attenzioni durante i centri estivi

Durante i nostri centri estivi 2022 a Firenze poniamo particolare attenzione alla salute dei bambini e delle bambine che frequentano i nostri camp, soprattutto in queste condizioni di caldo anomalo. Ci premuriamo quindi di far bere frequentemente i più piccoli, scegliamo le attività ed i luoghi in cui svolgerli per evitare lunghe esposizioni al sole (soprattutto nei momenti più caldi della giornata) ed anche il menù della mensa viene modificato per non risultare troppo pesante e difficilmente digeribile.

L’utilizzo delle nostre piscine esclusive, presenti nei nostri centri Palacoverciano e Clasanziane, ci consente poi di far rinfrescare i bambini e le bambine più volte al giorno, ma sempre in modo divertente!

Il nostro intento è quello di proporre il miglior centro estivo possibile: un luogo sicuro e divertente per i bambini, dove possano trascorrere piacevoli giornate di sport e giochi, offrendo un servizio di qualità e sicurezza alle famiglie.