Cosa fare con i bambini in estate?

da | Mag 25, 2022 | blog | 0 commenti

La scuola sta finendo, e molti genitori si domandano quali siano le migliori attività da svolgere con i proprio bambini in estate. Estate significa sicuramente vacanza, ozio e relax; ma con i bambini è importante anche avere un minimo di programmazione delle attività, qualunque esse siano. 

Estate, tempo di vacanze, relax, ozio e svago. Per chi ha figli piccoli, però, senza una programmazione delle attività da fare con i bambini d’estate, le lunghe settimane delle loro vacanze possono rivelarsi una corsa ad ostacoli per far collimare la giusta voglia di divertimento dei più piccoli con le esigenze dei genitori. Ecco allora una serie di proposte ed idee su cosa fare con i bimbi in estate, quando loro sono in vacanza mentre i genitori sono ancora impegnati con il lavoro.

La casa delle vacanze

Per chi ha la fortuna di avere una seconda casa al mare, in campagna, in montagna o al lago, l’estate è un momento in cui, già il solo trasferimento dalla città, spezza la monotonia dell’anno. In questi casi l’estate per i bambini ha il sapore delle amicizie ritrovate, delle nuove conoscenze, dei vicini di ombrellone o dei giochi con i bambini del paesino dei nonni. E i mesi estivi, tra giornate destrutturate, i giochi e le giornate all’aria aperta diventano un carico di esperienze per rigenerarsi e divertirsi.

Estate in città

Diverso è il discorso per chi, invece, può contare solo su pochi giorni di vacanza con la famiglia, o addirittura dovrà accontentarsi di trascorrere la propria estate in città. In questo caso i genitori si trovano a doversi inventare una nuova routine estiva con i bambini che, se non sono ad un centro estivo, vorranno fare qualcosa di bello e divertente e non solo nel weekend!

Centri Estivi

Abbiamo parlato di centri estivi non a caso: sono un’ottima soluzione per garantire ai bambini un’estate divertente anche in città!

All’interno di un centro estivo si possono fare nuove amicizie, e consolidare quelle fatte durante l’inverno e a scuola; ma è anche un’ottima opportunità per scoprire nuovi sport ed attività. I genitori potranno scegliere quello che ritengono il miglior centro estivo per i propri figli e le loro esigenze, così che i più piccoli non vivano questa esperienza come una prosecuzione della scuola, bensì come una vera e propria vacanza, anche se in città, magari dietro casa.

Proprio per questo i nostri centri estivi 2022 a Firenze sono vari, ed ognuno diverso l’uno dall’altro, con lo sport ed il divertimento come fili conduttori; per permettere ad ogni bambino, ed alla sua famiglia, di pianificare la propria estate in città nel migliore dei modi.

Stare all’aria aperta

Usare pattini, bici, e mobilità sostenibile. Anche se fa caldo, trovate le ore più giuste (mattino e tardo pomeriggio/sera) per passeggiare con i bambini, per indossare pattini o mettervi in sella a una bici. Si possono percorrere le piste ciclabili o andare al parco, il tutto per trovare sempre una modalità divertente e sostenibile di mobilità. Un’altra idea è quella di organizzare una gita al mare o in montagna oppure in un piccolo borgo vicino casa utilizzando un trenino, un autobus o persino un piccolo battello: per i bambini sarà una vera e propria avventura, non soltanto la gita fuoriporta di un giorno.

Scoprire la natura che ci circonda

Sono decine le attività da organizzare nei boschetti e nei parchi vicino casa: dal trekking all’orienteering, passando per mini esperienze di bushcraft, e fino all’osservazione di uccelli, insetti e vegetali. Andare nei boschi o al parco anche per qualche ora, con i bambini, significa regalare loro aria buona, refrigerio ed esperienze che li arricchiscono e ne mantengono la naturale biofilia e l’ecologia affettiva. L’importante è che rispettino sempre i luoghi dove si recano, non disturbando gli animali e non maltrattando le piante e gli alberi.

Leggere e scrivere

L’estate è il momento perfetto per proporre ai bambini nuove letture. Letture adatte alla loro età, storia sul luogo che visiterete in vacanza, primi romanzi, storie che insegnano l’amore per l’ambiente. Ed è anche un buon momento per stimolare i più piccoli a tenere i loro primi diari “segreti”. Persino i bambini che non sanno ancora scrivere potranno realizzare il loro primo diario disegnando quello che vogliono raccontare e appuntando le loro memorie estive con disegni e fumetti. Per i più grandi, invece, l’estate può essere anche un buon momento per cimentarsi nell’invenzione del primo racconto fantastico o del primo mini romanzo.

Gioco, fantasia e creatività

Lasciare ai bambini tempo libero per inventare, creare e fantasticare è uno dei consigli più preziosi che ci possano essere. Si tratta di valorizzare la noia, l’ozio e la lentezza. Questo non significa abbandonarli davanti a tablet e televisore; bensì dar loro la possibilità di passare del tempo da soli, senza input esterni che non vengano esclusivamente dal proprio cervello e dai giochi o dal materiale che hanno intorno.

 

 

 

0 commenti

Share This