Giornata Internazionale dei Diritti dell’Infanzia

da | Nov 20, 2020 | blog | 0 commenti

Il 20 novembre ricorre l’anniversario della Giornata Internazionale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. In questa data cade l’anniversario dell’approvazione  (da parte dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite), della Convenzione sui diritti dell’infanzia, che risale al 20 novembre 1989. La ricorrenza assume quest’anno un valore ancora maggiore, alla luce dell’impatto globale della pandemia da coronavirus sui minori e sui loro diritti essenziali.

Questo importante documento si fonda su quattro princìpi:

  • la non discriminazione
  • il superiore interesse dei bambini
  • il diritto alla vita e allo sviluppo
  • l’ascolto delle opinioni del minore

Nella convenzione ha un ruolo centrale anche l’educazione: considerato un diritto fondamentale che i singoli Stati si impegnano a garantire, i firmatari hanno il dovere di adottare misure per promuovere la diminuzione del tasso di abbandono.

Nonostante quanto riportato nella convenzione, ancora tanti bambini vivono in situazioni disagiate e ancora molto va fatto. Basti pensare Unicef stima che milioni di bambini nel mondo sono esposti al rischio di contrarre malattie perché non ricevono le vaccinazioni di routine; oppure che da qui al 2040, in tutto il mondo, un quarto della popolazione mondiale sotto i 18 anni  vivrà in aree soggette a stress idrico particolarmente elevato.

A tutto questo si aggiunge l’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia mondiale dovuta da covid-19. Le previsioni di Save the Children, a tal proposito, sono allarmanti: secondo l’organizzazione il numero dei bambini che vive sotto la soglia di povertà potrebbe superare i 700 milioni entro la fine dell’anno.

Qual è la situazione della salute dei bambini nel nostro Paese?

In occasione di questa ricorrenza, ci siamo chiesti qual è la situazione della salute dei bambini italiani? E quali possono essere i consigli da seguire affinché essi possano crescere più sani e felici?

Analizzando lo studio “Okkio alla Salute”, (svolto da Epicentro-ISS), è emerso che in Italia circa 3 bambini su 10 sono in uno stato di sovrappeso, e che 1 genitore su 2 non percepisce il problema.

Il primo nemico per la salute ed il benessere dei bambini, nonché prima alleata dell’obesità, è la sedentarietà. Dallo studio si evidenzia che in media 2 bambini su 5 trascorrono più di 2 ore al giorno davanti agli schermi di pc, smartphone e televisione.

 

Ecco i consigli per far crescere i bambini più sani e felici:

 

 

 

0 commenti

Share This