Giovanni Galli ed il calcio come scuola di vita

da | Dic 28, 2019 | blog | 0 commenti

Oggi vorremmo parlarvi del calcio ma raccontando un pò anche la storia di un grande portiere: Giovanni Galli

Ha giocato in squadre come la Fiorentina, il Milan ed il Napoli, ha vinto uno scudetto e Champions League ed anche un campionato del mondo.

La sua passione per il calcio risale all’infanzia quando giocava con gli amici fino a tarda serata inseguendo il sogno di diventare giocatore. Sogno realizzato quando entrò a far parte della giovanile della Fiorentina.

Tramite la sua storia, ma anche quella di tanti giocatori come lui, possiamo vedere Il calcio come scuola di vita, mai come sacrificio. Passione e amore pura. Lo sport è uno stile di vita, anche per chi non lo pratica in modo professionale. Lo sport è educazione, rispetto, è un bagaglio di crescita che può aiutare a diventare adulti coerenti e consapevoli.

I ragazzi, le persone, maturano non attraverso le vittorie, ma attraverso quei momenti che vivi con i compagni, nello spogliatoio, nei centri estivi, nelle gite, nelle attività. Le regole che vengono insegnate da istruttori competenti ed affidabili, diventano abitudini.

Giovanni Galli oltre ad aver imparato su se stesso il valore dello sport come stile di vita sia, come scuola ha imparato a perseguire i propri sogni e non mollare mai. Il calcio è lo sport Nazionale, ci sono giudizi contrastanti certo e sotto alcuni punti di vista a livello professionale dovremmo tornare un pò alla semplicità, ma questo è il calcio. I genitori sopratutto dei bambini e ragazzi che si approcciano a questo sport dovrebbero solo godersi la gioia di giocare. I bambini non hanno bisogno di essere caricati di responsabilità, devono divertirsi con il pallone. Passione, divertimento e gioia: tutti insieme! La bravura deve essere al servizio dei compagni, anche dell’ultimo che magari un giorno ti fa vincere la partita! Per questo nei nostri centri estivi ed invernali 2019-2020 a Firenze anche il calcio è divertimento, è gioco per il bello di giocare con i propri compagni.

0 commenti

Share This