• Background Image

    L’educazione secondo Piaget

    25 Settembre 2019

25 Settembre 2019

L’educazione secondo Piaget

Oggi prendiamo in considerazione quello che pensava dell’educazione uno degli studiosi che ha contribuito in modo sostanziale a modificare l’immagine dell’educazione nel XX secolo: Jean Piaget.

Nonostante non fosse un pedagogista ma uno psicologo ha contribuito largamente alla psicologia dell’eta evolutiva. Egli sosteneva la specificità della natura infantile, diversa rispetto a quella dell’adulto, per modi di pensare, agire, amare, fare e parlare.

Piaget sosteneva inoltre che la pedagogia e la sociologia dovessero essere sostenute necessariamente anche da un passaggio scientifico con dei punti di riferimento stabiliti.

Secondo Piaget l’educatore, infatti, deve avere una preparazione psicologica ma tocca a lui vedere come potrà utilizzare le sue conoscenze ideando un insieme di tecniche da sperimentare e adattare personalmente. Oltretutto Piaget sosteneva che i tempi e le fasi di sviluppo psicologico fossero immodificabili, togliendo quindi all’efficacia dell’intervento dell’adulto che non può nè cambiare nè accelerare questi tempi. L’educazione può quindi solo preparare l’ambiente ed il terreno per lo sviluppo. Poiché il motore dell’intelligenza è l’azione, l’educatore deve predisporre le condizioni idonee all’esercizio del ‘’fare’’ adeguando le richieste in base al livello di sviluppo di ogni bambino.

Basandosi su questi fondamenti gli istruttori Bimbi in Movimento in ogni centro estivo a Firenze o attività specifica creano terreno fertile che abbia le condizioni migliori per un apprendimento spontaneo che affiancato al divertimento contribuiscono ad uno sviluppo più completo possibile per ogni bambino o ragazzo.