• Background Image

    L’educazione secondo Rudolf Steiner

    27 Settembre 2019

27 Settembre 2019

L’educazione secondo Rudolf Steiner

Tra le varie pedagogie affini al metodo Bimbi in Movimento, quella di Rudolf Steiner è tra le più affascinanti. Ci vuole una specifica formazione per capire un più più in profondità le teorie di Steiner, ma siamo d’accordo con lui che il tema della libertà sia predominante per uno sviluppo equilibrato dell’individuo.

Ogni bambino durante gli anni dell’educazione deve subire una molteplicità di trasformazioni: fisiche, percettive e logiche. Deve trovare se stesso, formare una personale concezione del mondo sulla base delle esperienze che gli si presentano nell’ambiente in cui vive. Deve scoprire la propria strada e le persone gli camminano affianco. Per questo Steiner attribuiva alla figura del maestro di classe un’enorme importanza. Sosteneva che il maestro non dovesse ledere in alcun modo l’IO di ogni bambino, ma piuttosto che dovesse assecondare il formarsi della sua individualità.

Bambino e maestro in cammino uno affianco all’altro senza alcuna interferenza di carattere personale da parte dell’adulto. Quanto più ricche sono le possibilità offerte all’individuo di esprimersi sia fisicamente che psicologicamente, tanto più consapevolmente questo individuo sarà in grado di utilizzare le sue molteplici doti per assumere decisioni autonome, consapevoli e fondate sull’indipendenza di pensiero. Quella dell’educatore, il maestro di classe, infatti nelle scuole Waldorf diviene una figura altamente autorevole e un esempio di vita, proprio grazie ai valori trasmessi senza la necessità di una spiegazione.

Per noi di Bimbi in Movimento camminare accanto ai bambini e ragazzi che ogni anno frequentano i nostri centri estivi e attività nelle scuole è un’opportunità unica che ogni volta aggiunge esperienze tra le più molteplici e ci permette sempre di imparare e migliorare.