Marzo 2020: quando i bambini sciolsero l’incantesimo

da | Mar 16, 2020 | blog | 0 commenti

C’era una volta un anno bisestile dove tutti i bambini si lamentavano perché la befana aveva portato troppo carbone, faceva troppo caldo per essere ancora inverno, i compiti a casa erano sempre troppi e perché ancora si doveva aspettare per andare au centri estivi di Bimbi in Movimento.

Era appena iniziato l’anno 2020 e nessuno avrebbe mai immaginato quello che stava per accadere.

La noia e le polemiche inondavano le giornate di gran parte della popolazione, era un’abitudine lamentarsi comunque sempre per tutto. Ce n’era per  tutti. La natura dal canto suo si stava già preparando per far sbocciare la primavera. Ma nei primi giorni di Marzo arrivò senza far rumore un vento, inaspettato e fortissimo. Questo vento dicevano arrivasse da molto molto lontano e neanche gli anziani più saggi lo conoscevano. Il vento soffiava forte e dove passava spazzava via tutto quanto! Spazzò via le scuole, i campi coltivati, i parchi giochi, le automobili, i negozi. Le fabbriche e le case reggevano a stento. Per fortuna i bambini ed i loro genitori riuscirono a riparasi ognuno in casa propria. Alcuni, meno fortunati invece se ne andarono via con il vento, poverini. Il sole si intravedeva a fatica attraverso il polverone che quel vento così forte tirava su ogni giorno, ma nei momenti  in cui il vento rallentava un po’ i bambini,per mano alla mamma o al babbo, mettevano le testoline fuori casa facendo attenzione a non respirare troppo tutta quella polvere. Ci si chiedeva quanto questo vento potesse continuare a soffiare così forte. I bambini avevano voglia di giocare e fare sport, faceva strano non poter uscire e vedere gli amici.

Bastò poco però ai bambini per capire, in quel momento difficile e di grande trambusto, quale magia li stava invece inondando.  Fu un attimo ma si accorsero subito di un elemento importante. Si sentiva il ‘’rumore’’ del silenzio. Impressionante, indescrivibile. La città era completamente ovattata. Quella era la voce della natura, che li stava avvisando e si stava difendendo. Quel vento andava così forte che nessuno riusciva più a capire esattamente cosa stava succedendo, ma non riuscì ad ingannare i bambini.

Il tempo si era fermato ed era scandito solo da attenzioni, coccole e affetto. I bambini avevano capito l’antidoto per sciogliere l’incantesimo e si fecero più forti, pieni di coraggio e di luce. I genitori erano a casa con loro e si passavano giornate intere insieme in armonia, per quanto fosse possibile.  I bambini non persero tempo, spiegarono a tutti che quel vento non era altro che un incantesimo molto potente e che non dovevano esserne terrorizzati. Fu così che affacciati alle finestre abbracciati avvolti dall’amore dei propri cari, con la fiducia nel cuore, i bambini tennero il tempo e con la natura suonarono un silenzio che riportò la tranquillità.

0 commenti

Share This