Passeggiare con i bambini

da | Lug 20, 2020 | blog | 0 commenti

Passeggiare con i propri bambini è un’attività che ha molteplici aspetti positivi: fa bene alla salute, contribuisce allo sviluppo psicofisico e rafforza il legame genitore-figlio.

Camminando il bambino farà movimento all’aria aperta e questo, come abbiamo già visto in un nostro precedente articolo, farà molto bene alla sua salute. Le passeggiate saranno un ottimo modo per praticare attività fisica e rinforzare la muscolatura degli arti inferiori, aumentando le capacità respiratorie e cardiache.

Se possibile si dovrebbe far svolgere ai bambini il maggior numero possibile di attività all’aperto: giocare, studiare, praticare sport, svolgere i centri estivi, ed appunto passeggiare.

Gli aspetti positivi delle passeggiate

Tra gli aspetti positivi delle camminate dobbiamo assolutamente ricordare lo sviluppo della coordinazione e dell’equilibrio. Infatti il bambino muovendosi su terreni sconnessi stimolerà la propriocezione del piede, andando a migliorare l’equilibrio ed il suo sviluppo psicofisico. Inoltre potersi muovere in autonomia in spazi aperti consentirà al bambino di sviluppare la consapevolezza della propria posizione del corpo nello spazio, sperimentando nuove posizioni e modi di muoversi.

 

I vantaggi delle passeggiate per i bambini però non sono soltanto fisici. Di fatti questa attività favorisce il buon umore, e trasmette al bambino un senso di libertà.

 

Quindi possiamo affermare che andare a passeggiare con i propri figli non è soltanto un modo per svagarsi e passare una giornata all’aperto, ma una vera e propria attività motoria, che consentirà un buon sviluppo psicofisico del bambino.

 

 

 

 

0 commenti

Share This