Qual è la corretta alimentazione dei bambini?

da | Nov 4, 2020 | blog | 0 commenti

In questo particolare periodo, in cui l’emergenza sanitaria ha causato uno stop, o comunque un forte rallentamento del movimento sportivo, diventa ancora più importante che i bambini abbiano un’alimentazione corretta. Infatti, ad oggi, le occasioni per fare movimento sono ridotte, perciò è ancora più importante adottare dei sani comportamenti alimentari, per evitare l’insorgere di problemi di salute.

Alcuni consigli pratici

Vediamo alcuni consigli generali per una corretta alimentazione:

  • Preferire una dieta equilibrata e varia, che comprenda ed alterni tutti gli alimenti principali
  • Mangiare in relazione al fabbisogno personale, che varia a seconda dell’età, del sesso, della conformazione fisica e delle attività svolte
  • Distribuire i pasti in 5 momenti durante l’arco della giornata (colazione, merenda, pranzo, merenda, cena)
  • Fornire un giusto apporto di vitamine, sali minerali e fibre
  • Evitare l’eccessivo apporto di sale e zuccheri
  • Evitare assunzione di cibo fuori dai 5 pasti precedentemente elencati

 

La suddivisione dei pasti

  • COLAZIONE

La colazione dovrebbe coprire circa il 15% del fabbisogno calorico giornaliero del bambino. La colazione viene spesso trascurata, o addirittura saltata, ma è invece un pasto fondamentale, che i bambini devono imparare a consumare correttamente sin da piccoli.

 

 

  • MERENDA MATTUTINA e POMERIDIANA

Le merende di mattina e pomeriggio, dovrebbero costituire circa il 5-10% ciascuna del fabbisogno giornaliero. In questi due pasti è consigliato l’assunzione di cibo ricco di vitamine e fibre, e che non sia troppo pesante, per evitare di arrivare ai pasti successivi (pranzo o cena) privi di appetito.

 

 

  • PRANZO e CENA

Ognuno di questi due pasti dovrebbe rappresentare circa il 30-40% del fabbisogno giornaliero. Pranzo e cena dovrebbero essere complementari, ovvero dovrebbero essere programmati considerando cosa si è mangiato, e cosa si mangerà, nei restati pasti giornalieri, per garantire un corretto equilibrio dei cibi assunti.

 

 

Corrette pratiche alimentari

E’ importante porre attenzione alla dieta dei bambini, e non si devono sottovalutare i rischi che comporta un’alimentazione scorretta e squilibrata. Una corretta educazione alimentare però non può avvenire se non è accompagnata da altrettante buone pratiche nella vita giornaliera, come la riduzione della sedentarietà attraverso il movimento. Movimento che ancora una volta si dimostra indispensabile per la salute dei bambini. Infatti, come abbiamo già visto in un nostro precedente articolo, il movimento non è solo una forma di svago e divertimento per il bambino, ma se svolto con attenzione ed in sicurezza, diventa un veicolo per il raggiungimento (ed il mantenimento) di un migliore stato di salute psicofisica.

 

0 commenti

Share This