Sport e Amicizia

da | Ago 4, 2021 | blog | 0 commenti

Lo sport non è soltanto esercizio fisico, ma anche amicizia, collaborazione e passione.

Sport e Amicizia alle Olimpiadi di Tokyo 2020

Le medaglie d’oro conquistate da Gianmarco Tamberi e Marcell Jacobs rappresentano uno stimolo bellissimo per  tutti gli sportivi, non solo a livello atletico, ma anche e soprattutto a livello morale. Bellissimo è stato il loro abbraccio alla fine della gara dei 100 metri; un abbraccio che andava oltre la semplice gioia per l’aver vinto una importantissima medaglia olimpica.

Così come è stata una bellissima dimostrazione di amicizia e stima quella tra Gianmarco Tamberi ed il suo amico-rivale, il qatariota Barshim. I due si sono ritrovati in perfetta parità, a giocarsi l’oro, superando i 2,37metri. Tutti i due hanno però fallito i tre tentativi sulla misura maggiore di 2 metri e 39, ed alla fine è stata una vittoria ex-aequo. Il regolamento permetteva in verità la scelta ai due atleti: o spartirsi il podio, o effettuare uno “spareggio”, ma Tamberi e Barshim hanno deciso per il pari merito. La vittoria dello sport e dell’amicizia.

Sport e amicizia: cosa insegnare tramite la pratica sportiva

Nella vita di tutti i giorni, capita spesso di parlare di sport, leggere notizie al riguardo, o praticarlo per passione o necessità. Quando pensiamo allo sport, la prima immagine che ci viene in mente è quella associata all’esercizio fisico, utile a mantenerci in forma, o allo sport che ci appassiona.

Ma se provassimo ad andare più nel profondo, concentrandoci su un concetto diverso di sport, quasi certamente questo tipo di analisi farebbe emergere l’aspetto più importante: quello dello sport come scuola di vita. Oltre ai benefici per il corpo, lo sport permette infatti a ragazzi e bambini di stringere nuove amicizie, insegnando l’altruismo e la sana competizione.

Chi fa sport lo sa: sacrificio e organizzazione sono le prime regole da rispettare.

Ma lo sport è anche una meravigliosa storia di amicizia, è la possibilità di crescere insieme e diventare grandi, condividendo vittorie, sconfitte, obiettivi e valori, che resteranno nel patrimonio culturale di questi uomini e donne di domani. Il primo passo verso l’amicizia è proprio l’incontro: un incontro fisico che oggi, troppo spesso, viene sostituito da quello virtuale, dove, attraverso l’uso dei social network, si distorce lo stesso concetto di amicizia, che può essere accettata o negata con un semplice clic del mouse.

Questa è la ragione per cui lo sport, a differenza del mondo virtuale, possiede in sé una dimensione sociale significativa, che gli permette di rappresentare il punto di partenza per la generazione di relazioni vere, dialogo e partecipazione.

L’amicizia e lo sport ai centri estivi di Bimbi in Movimento

Sentirsi parte di una squadra, di un gruppo, dando la possibilità a bambini e ragazzi di entrare in contatto con i loro coetanei, provenienti da contesti sociali e familiari diversi; esiste modo migliore per misurarsi in modo costruttivo e imparare a voler bene, oltrepassando le barriere del pregiudizio? Tuo questo è possibile attraverso la pratica sportiva, ed è importantissimo che i bambini abbiano questa possibilità.

Presso i nostri centri estivi a Firenze 2021 i bambini, oltre a praticare tanti sport differenti in sicurezza, hanno la possibilità di stringere nuove amicizie, e di rafforzare quelle vecchie. E’ bellissimo per gli operatori quando questo accade, perché in amicizia tutto è più divertente!

Vi aspettiamo ai nostri camp per tutta l’estate, i nostri centri estivi sono aperti anche ad agosto e settembre, perché nemmeno il caldo può fermare lo sport e l’amicizia!

 

 

0 commenti

Share This