L’importanza di fare movimento all’aria aperta

L’importanza di fare movimento all’aria aperta

Quanto è importante, per i bambini, fare sport, giocare, ed in generale fare movimento all’aria aperta?

Dopo l’emergenza sanitaria dovuta al covid-19, ed il successivo lockdown, ora più che mai è importante far stare i nostri bambini il più possibile all’aperto. Infatti, dopo tre mesi passati in casa, è fondamentale potersi sentire di nuovo liberi di scorrazzare e giocare fuori dalle mura di casa.

In generale comunque, è preferibile far stare all’aperto i bambini, perché i benefici sono molteplici!

Innanzi tutto il bambino sarà più stimolato a muoversi e scoprire il mondo e la natura che lo circondano, e nel contempo sarà più facile per lui socializzare con altri coetanei.  Quindi gli stimoli che riceverà stando all’aperto contribuiranno al suo sviluppo psicofisico.

E’ risaputo che l’attività fisica stimola la produzione di endorfine, ma se fatta all’aperto la sensazione di benessere e buon umore è amplificata.

Gli aspetti positivi del fare movimento all’aria aperta non sono solo psicologici: infatti l’esposizione ai raggi solari induce la produzione della vitamina D da parte del nostro organismo. Questa vitamina è molto importante per i bambini perché contribuisce allo sviluppo ed al rafforzamento delle ossa.

Altra importante conseguenza positiva per l’organismo dei nostri bambini, dovuta alla pratica motoria all’esterno, è una maggiore ossigenazione e relativo rafforzamento dei muscoli.

Ultimo aspetto positivo, ma non per importanza, è il rafforzamento delle difese immunitarie del bambino, che quindi sarà meno propenso ad ammalarsi.

Abbiamo quindi visto che fare movimento all’aperto ha tantissimi aspetti positivi, sia per la salute che per l’umore dei bambini, e quindi, cosa aspetti? L’estate è arrivata, si possono fare passeggiate al parco, al mare o in montagna. Non mancano nemmeno gli sport da praticare all’esterno. Oppure puoi iscrivere tuo figlio ad un centro estivo, che è una soluzione sicura e divertente per non fargli trascorrere le giornate chiuso in casa!

 

Combattiamo le ansie causate dal lockdown col movimento!

Combattiamo le ansie causate dal lockdown col movimento!

Un’indagine rivela: “con lockdown ansie e paure per il 65-70% dei minori”

L’indagine sulle ansie e le paure insorte nei bambini, presentata al Ministero della Salute, è stata condotta dall’ Irccs Giannina Gaslini di Genova ed ha esaminato un campione composto da più di tremila famiglie.

E’ emerso che, per una percentuale che varia dal 65% al 70% a seconda dell’età, durante il lockdown dovuto al covid-19 i bambini italiani hanno manifestato ansia, stress, disturbi del sonno e dell’umore.

Combattere le ansie col movimento

Come possiamo aiutare i nostri bambini a combattere ansie, paure e disturbi dell’umore?

Sicuramente con il movimento!

L’attività fisica e motoria incidono positivamente sull’umore, e quindi adesso che è possibile, sproniamo i nostri bambini ad uscire di casa, per giocare, andare a fare una passeggiata od una girata in bicicletta.

Inoltre, facendo movimento all’aperto si torna a socializzare incontrando vecchi e nuovi amici.

In questa ottica, i centri estivi per l’estate 2020 si rivelano più che mai un’opportunità preziosissima per promuovere la salute psicofisica dei bambini. Poter tornare a fare attività ludico-motoria in compagnia di altri bambini, in modo sicuro, rispettando tutte le norme sul distanziamento sociale, contribuirà notevolmente a combattere tutte quelle ansie e paure che l’isolamento domiciliare hanno causato.

Lo sport, il movimento, si affermano ancora una volta indispensabili per i bambini, non solo come momento di svago o come impiego del tempo libero, ma come mezzo per la socializzazione ed il raggiungimento di un adeguato equilibrio psicofisico.